Technical Textiles (TT) offre nuovi modi, mezzi e opportunità all’industria tessile indiana per sostenere l’attuale crescita e prosperare nel prossimo futuro. Offrirà non solo un’opportunità per aumentare la crescita, ma anche una nuova direzione per l’avanzamento del settore. Finora il settore dei tessili tecnici non aveva ricevuto adeguata importanza nel contesto indiano, tuttavia è un’area potenziale in cui l’industria tessile può eccellere. I tessuti tecnici tradizionali oggi non sono in grado di far fronte ai costi di produzione per vari motivi come la rapida obsolescenza tecnologica, l’alto costo della modernizzazione, il potere, ecc. L’attuale mix di prodotti tessili tradizionali non è abbastanza remunerativo e, pertanto, sempre più idee di valore aggiunto ai prodotti tessili sta guadagnando slancio. I tessuti tecnici, in questo contesto, sono semplicemente perfetti.

I tessuti non convenzionali o industriali che comprendono un ampio spettro di applicazioni finali hanno sollevato un dibattito sull’opportunità di continuare il termine tessili industriali finora utilizzati o è giunto il momento che i “tessili industriali” con significato specifico debbano includere tali prodotti utilizzato come parte di processi industriali o che sono incorporati in qualche modo in prodotti industriali. I tessuti utilizzati per la medicina, la difesa, l’agricoltura, la pesca, ecc.

Oggi, il termine tessuti tecnici è emerso come il termine più ampiamente accettabile per questo campo in espansione delle applicazioni tessili. Questi tessuti tecnici sono definiti come materiali tessili e prodotti fabbricati principalmente per le loro prestazioni tecniche e proprietà funzionali piuttosto che per le loro caratteristiche estetiche o decorative. Con il crescente dominio dei tessuti tecnici, Techtextil, Messe Frankfurt GmbH ha classificato i tessuti tecnici in dodici gruppi dal punto di vista dell’applicazione. Sono i seguenti: i) Agrotech (Agricoltura, orticoltura e silvicoltura). ii) Buildtech (edilizia e costruzioni) iii) Clothtech (componenti tecnici di calzature e abbigliamento). iv) Geotech (geotessili, ingegneria civile) v) Hometech (componenti di mobili , tessili per la casa e rivestimenti per pavimenti). vi) Indutech (filtrazione, pulizia e altri prodotti industriali). vii) Medtech (igiene e medicina). viii) Mobiltech (automobili, spedizioni, ferrovie e aerospaziale). ix) Oekotech (protezione ambientale). x) Packtech (imballaggi). xi) Protech (protezione della proprietà e personale). xii) Sporttech (sport e tempo libero).

Il Ministero del tessile (MOT) ha condotto un’indagine sistematica per valutare i progressi dei tessili tecnici in India. Con questo studio, è stato stabilito che l’India deve ancora trovare un posto significativo nello scenario globale in questo settore. Tradizionalmente, l’industria tessile indiana è composta da quattro settori, vale a dire, settore dei mulini compositi, settori decentralizzati di power loom, calzetteria e telai a mano. L’industria tessile indiana è stata dominata dal settore dei mulini compositi nel periodo post indipendenza. I tessuti tecnici e le fibre tecniche non hanno mai trovato un posto prioritario in questo settore, anche se alcuni stabilimenti hanno prodotto una gamma limitata di tessuti industriali nel loro mix di prodotti. Tuttavia, di fronte alla forte concorrenza del settore dei telai a motore, gradualmente il settore dei laminati compositi ha subito varie battute d’arresto.

Anche nel loro sforzo di risveglio, i tessuti tecnici non hanno trovato un posto strategico come meritavano. Concentrarono ancora la loro priorità nella modernizzazione dell’abbigliamento convenzionale e dei prodotti tessili per la casa, produzione di filati ecc. Finora, il contributo dell’industria tessile indiana ai tessuti tecnici era limitato a pochi articoli a bassa tecnologia e meno sofisticati come telone, tela filtrante industriale, bulloneria tessuti, tessuti per valigie, tessuti sfibrati, corde per pneumatici, cinture, ecc.

Un’altra area di notevole contributo dell’industria tessile indiana, in particolare il settore decentralizzato, è quella dei tessili per applicazioni strategiche, vale a dire la sicurezza nazionale. Ad esempio, i tessuti del baldacchino del paracadute utilizzati per la caduta dell’uomo, la caduta di rifornimento, l’applicazione del paracadute del freno, ecc. Sono stati ampiamente indigenisti e persino esportati in altri paesi, anche se in piccole quantità. I tessuti aerospaziali indigenisti hanno contribuito in modo significativo al successo dei programmi aeronautici, spaziali e missilistici.